Cento sfumature di rosso al semaforo

Feriale

Rosso.

 

“Camurria sti semafori”

“Mamma mia che feto questo davanti, la macchina gli va a carbone”

[chiudi i finestrini]

“Ma perchè non si fa più avanti stu cretino???

[avanzi anche di 1 cm se l’auto davanti si sposta leggermente, manco fosse la partenza del Gran Premio di Monaco. Alla fine il semaforo è sempre rosso]

“Botta ri sali, quanto dura sto rosso? Al Comune fanno tutto per complicarci la vita”

“Secondo me hanno allungato la durata del rosso rispetto a 2 giorni fa”

[riapri i finestrini]

“Noo, nooooo, è pulito!!!!!!”

“Non ne ho, NON NE HO!!!!”

[richiudi i finestrini, guardi l’orologio]

“sono già le 8.15 e sugnu ancora cca!””

[ti metti la mano sinistra nei capelli e appoggi il gomito nel finestrino]

PEEEEEEEEEEEEEEEEEE!!!!!!!

“PIIIIIIIIIII!”

[nel senso opposto è scattato l’arancione]

“ amunìììì, picchì un ti muovi?!?!”

PEEEEEEE!!!

[quello davanti ti fa un gestaccio, nel frattempo scatta il verde]

“Cosa inutilee ….. [lo sorpassi, incroci il suo sguardo e gli auguri i problemi di questo mondo]…… [sgasi]

“Arrieri!!!”

[freni di colpo perchè c’e un altro semaforo, rosso]

“Pronto??…….EH sono bloccato alla circonvallazione! Ci sarà stato incidente…..”

“Nooo, figurati si ci su i vigggili….”

“Ok, ti saluto!”

[scatta il verde, il primo della fila mette la prima]

“PEEEEEEEEEEEEEE!”

“PIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII”

[quello accanto ti guarda come a dire “ma che ci suoni?”]

PEEE!

“PEE PEE!”

[si cammina pianissimo, sbatti il pugno nel cambio]

“Arrieri stu telefono, ora lo butto!”

“Pronto???”

“Si, arrivo in ritardo perchè c’è casino il viale REGGIONE!”

“C’è sta fila picchì ci saranno i viggili, SICUROOO, garantito al limone”

[in lontananza vedi il semaforo rosso, quindi ti calcoli la velocità per non fermarti]

“camurria!!”

[arrivato al semaforo c’era ancora il rosso, ma tu passi lo stesso perchè è tre ore che fai FOLLE – PRIMA – FOLLE – PRIMA, e chi se ne frega di tutto e tutti]

 

 

Festivo.

Rosso.

 

“oahhhhhoohhhhhhhhh” (sbadiglio)

[guardi il cellulare, scorri lentamente la bacheca di facebook]

“dove lo prendiamo il pane?”

[scatta il verde, silenzio. Tu hai ancora lo sguardo sul cellulare che è poggiato sulle tue gambe]

“ma perchè, di domenica è aperto?”

[quello dietro attende paziente che tu ti muova]

(passeggero) “Vedi che è verde, vai!”

“ah si!”

[alzi la mano destra in segno di scusa mentre guardi lo specchietto retrovisore].

 

“PE PE!”

 

[abbassi il finestrino]

 

“Me li da due filoni?”

 

Giulio Di Chiara

 

Se vuoi leggere Cento sfumature di arancione al semaforo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...