Law Park, il primo skatepark di Palermo

Domani, sabato 27 maggio, a Palermo inaugurerà il primo skatepark davanti al tribunale e si chiamerà Law Park. Se ne è occupato, insieme al Comune, il comitato promotore Skatepark Palermo che ne sogna già un altro in stile californiano. Dove? Al Foro Italico.

.  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  .  

• Il comitato Skatepark Palermo nasce a Febbraio 2017 per l’apertura del primo skatepark di Palermo. Voi chi siete: appassionati di skate, architetti, o entrambe le cose?

[Massimiliano Rotolo] Siamo in 6. Massimiliano Rotolo (promotore dell’iniziativa, attivista, laureando in architettura), Giuseppe Longo (proprietario dello skateshop Yankee), Andrea Giuttari (atleta e pattinatore professionista), Giorgio Corsino e Nino Madonia (tutti e due skater e videomaker), Danilo Aiosa (skater e attivista già noto nella scena con “Palermo a Ruota Libera”).

• Il primo skatepark inaugurerà domani sabato 27 maggio davanti al tribunale. Ne nasceranno altri?

[M.R.] Il progetto del park davanti al Tribunale è stato voluto all’unanimità dal Consiglio Comunale dei Ragazzi e seguito e portato avanti dalla consigliera Alessandra Veronese. Quando abbiamo lanciato l’idea su facebook e creato il comitato la nostra scelta era ricaduta sul Foro Italico. Dopo di che siamo stati notati dal Comune che ci ha contattati per avere consulenza e coordinare il loro progetto ma il progetto dello skatepark al Foro Italico in stile “Venice Beach” è ancora in corso.

skatepark palermo• Lo skatepark  davanti al tribunale avrà un nome o sarà intitolato a qualcuno?

[Andrea Giuttari] Si chiamerà Law Park. Il nome Law Park (il park della legge) è un nome simbolico collegato appunto alla presenza del Palazzo di Giustizia con la speranza che molti ragazzini dei quartieri limitrofi si avvicinino a questo sport e crescano con dei principi sani di rispetto verso se stessi, il prossimo ed il bene comune.

• Ci sono tanti skater a Palermo? In che zone della città si ritrovano?

[Nino Madonia] A Palermo ci sono moltissimi skater, di qualsiasi età. In questa città si skatea praticamente da quando è stato inventato lo Skateboarding e provengono da tutte le zone di Palermo.

[Danilo Aiosa] Palermo è piena di skater, sono ghettizati nei quartieri in mancanza di strutture, inoltre si vedono spesso genitori che insegnano ai figli queste discipline nei parcheggi sotto casa oppure per strada

• Non credete sia un po’ troppo lontano dai principali pronto soccorso ortopedici ?

[N.M.] Skateiamo da anni al tribunale e abbiamo già avuto modo di testare il “tempo” delle ambulanze.

[M.R.] Lo skatepark avrà un suo regolamento per prevenire gli infortuni, con alcuni obblighi e divieti da rispettare. Per esempio sarà obbligatorio indossare il casco protettivo ben allacciato e consigliato l’uso di protezioni ulteriori (ginocchiere, gomitiere, polsiere ecc.).

• C’è omogeneità anagrafica tra gli skater palermitani (età, estrazione sociale, livello d’istruzione…) o si tratta di un contesto variegato?

[D.A.] Non ci sono distinzioni di età o rango sociale, praticano bambini, ragazzi e anche adulti di una certà età – l’istruzione non conta, quanto la voglia di migliorarsi.

• Lo skateboarding moderno nasce da siccità, povertà e privazione, come molte delle cose migliori prodotte in Sicilia. Credi che questo skate park sarà in grado di generare gli Stacy Peralta e i Tony Alva palermitani?

[M.R.] Assolutamente sì, ci sono dei ragazzini bravissimi che grazie a questa nuova struttura avranno la fortuna di crescere atleticamente ed arrivare ad un livello professionale elevato. Una fortuna che quando noi eravamo adolescenti ci sognavamo.

• Gli skateparks potrebbero avere un impatto molto positivo nell’economia e nel turismo di Palermo perché attirerebbe persone da ogni parte del pianeta per partecipare contest e festival. Vorreste organizzarli voi?

[M.R.] Abbiamo già dei contatti nazionali ed internazionali per poter organizzare festival e contest di alto livello. La Street League Skateboarding è forse il principale evento sportivo internazionale per questa disciplina che è in grado di attirare gente da tutto il mondo attivando un vero e proprio turismo sportivo. Ogni città che ha ospitato la SLS ha ricavato grossi benefici economici e di immagine. Inoltre dal 2020 lo skateboarding sarà riconosciuto come disciplina olimpionica e si aprirà uno scenario completamente nuovo per questo sport.

• Palermo al contrario nasce per raccontare quelle cose che finalmente a Palermo cominciano ad andare al contrario o che vorremmo andassero al contrario. Cosa vorreste che a Palermo andasse al contrario?

[M.R.] La disillusione, la rassegnazione e il cinismo di gran parte dei nostri coetanei. A Palermo ci sarebbero migliaia di cose da fare e da migliorare e con le nostre competenze abbiamo il potere e il dovere di cambiare le cose in meglio.

[D.A.] Bella iniziativa la vostra! Vorremmo che queste discipline non vengano più viste sotto un profilo di degrado ma al contrario per quello che sono: sana attività fisica, integrazione, dedizione e sportività.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...