Mouse e carte storiche per un viaggio nel tempo

Dalla splendida unione fra Open Data, passione per la città e tanto impegno, nasce un utilissimo Atlante storico per scoprire la rapida evoluzione urbana di Palermo dal 1935 ad oggi. Creato da Giovan Battista Vitrano con il supporto della comunità Open Data Sicilia, è frutto di digitalizzazione di antiche cartografie e la loro seguente georeferenziazione su quella odierna. In seguito a questo processo che integra informazioni digitali e geografiche, le mappe hanno raggiunto perfetta corrispondenza come diversi fogli nello stesso album trasparente.

Grazie alla sovrapposizione delle carte storiche con l’attuale rappresentazione è possibile osservare i cambiamenti della città trasformando il cursore del mouse in una “lente” che ci trasporta indietro nel tempo. In un viaggio che passa dal 1987, 1956 e 1935 possiamo vedere i grandi cambiamenti che hanno notevolmente ridisegnato Palermo nel secolo scorso. Soprattutto dal confronto con la carta più antica, ci sembra quasi di guardare un’altra città: interi quartieri di oggi dove a quel tempo vi erano campi attraversati solo da piccole “trazzere”; ferrovie che dal Palazzo dei Normanni giungono sino al Porto; il Foro Italico inesistente e la Costa Sud più piccola; l’assenza totale di Viale Regione Siciliana!

Grandi eventi si sono succeduti in questo arco di tempo: alcuni, sicuramente negativi come il “Sacco urbanistico” o la Seconda Guerra Mondiale, hanno lasciato cicatrici e strascichi di cemento ancora oggi visibili. Altri più positivi, come i Mondiali di Calcio, le Universiadi o il recupero del Centro Storico, sono invece segnali di cambiamento e di nuove opportunità. Chissà come si sentirebbe un palermitano di oggi catapultato nella città degli anni ’30: immersa nei verdi campi coltivati, con il tram (funicolare) in Corso Calatafimi e senza il tanto famigerato “Viale Regione” trafficato.

Noi immaginiamo che resterebbe sicuramente piacevolmente sorpeso e magari potrebbe persino imparare quanto può essere bella la sua Palermo.

Emanuele Messina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...