Be young, have fun, follow the Breeze: storia di una Crew.

A Palermo, si sa, esistono varie categorie di “pazzi”.

La più “pericolosa” è sicuramente la categoria dei “pazzi sognatori”, donne e uomini che quotidianamente hanno combattuto e continuano a combattere per dare il proprio contributo ad un cambiamento che per la nostra città è necessario se non vitale.

Un esempio sono le ragazze e i ragazzi dell’associazione Fantabreeze, un gruppo, anzi una vera e propria Crew, in cui più che amici siamo fratelli e sorelle, cresciuti insieme tra piazza Lolli e il “Bangladesh” di via Ferrara.

Ragazze e ragazzi accomunati dalla necessità di rispondere ad evento tragico, come la scomparsa, nel 2014, di un nostro fratello, Fabrizio Fragali, andato via troppo presto a causa di un dannato cancro.

Come rispondere ad un evento cosi tragico? Cosa poteva fare un gruppo di 20enni per fare in modo che il meraviglioso sorriso di Fabri non venisse mai dimenticato?

La risposta è stata immediata, subito abbiamo pensato, insieme alla famiglia del nostro amico, ad un evento per commemorare la tragica scomparsa di Fabri, un evento da far coincidere con la sua festa di compleanno, nella notte tra il 27 ed il 28 marzo. Una bellissima festa di compleanno per cui impegnarci anima e corpo alfine di combattere la tristezza di un vuoto incolmabile, ma con la finalità di raccogliere fondi da donare alla ricerca contro il cancro.

E cosi è nato il Fantabreeze Fest, un Festival in cui gli artisti che si esibiscono, i tecnici che ci supportano, le organizzatrici e gli organizzatori, non lavorano per guadagno personale (qui sta la pazzia), ma per essere parte attiva nell’importantissima lotta contro il cancro.

Subito dopo il primo Fantabreeze Fest al Blow Up, abbiamo donato l’intero ricavato della serata all’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca contro il Cancro) e alla Fondazione IRCSS Istituto nazionale dei Tumori.

Ma abbiamo capito fin da subito che era necessario anche sostenere le realtà cittadine che quotidianamente assistono le malate ed i malati di cancro, per questo abbiamo deciso, nelle due edizioni successive del festival allo Zsa Zsa, di iniziare una collaborazione con il dottor Verderame, del reparto di oncologia dell’ospedale Cervello, acquistando materiale necessario per il reparto, come una sedia a rotelle ed una poltrona per la chemioterapia, quest’ultima finanziata anche da pazienti ed ex pazienti del reparto.

Sembra incredibile il percorso di crescita intrapreso fatto negli ultimi 3 anni, siamo diventati ufficialmente l’associazione Fantabreeze APS (Associazione di Promozione Sociale), abbiamo ricevuto fin da subito l’aiuto e la solidarietà di altre bellissime realtà cittadine, come i circoli ARCI PYC e Porco Rosso, con cui ormai condividiamo anche un profondo rapporto di amicizia, abbiamo imparato a trasformare semplici pezzi di carta in origami come aironi e tulipani, divenuti simboli della nostra associazione e del Festival, che vendiamo con il nostro banchetto itinerante perché la battaglia contro il cancro non deve fermarsi mai. Siamo stati allo ZEN con il Laboratorio ZEN Insieme, una fantastica mattinata in cui abbiamo insegnato alle bambine e ai bambini del quartiere come fare un origami, siamo convinti che il cambiamento necessario di Palermo passi attraverso i sorrisi di quei bambini e nel riscatto sociale delle periferie, abbiamo partecipato al Palermo Pride, perché quella dei diritti civili è un’altra battaglia che va combattuta con forza.

Ma soprattutto abbiamo conosciuto tantissimi artisti che sono stati felici di partecipare al nostro progetto fin dalla prima edizione del Fantabreeze Fest, persone fantastiche come Picciotto, Shorty, gli Swingrowers, Johnny Marsiglia & Big Joe, Saime & the Cool Rulers, Saiber Pan, senza dimenticare i dj di Bass Associated o Pisk & Moe, Splitty, fino ad arrivare a Dj Bash del Popshock e Daniele Travali di Unlocked.

Ovviamente il Fantabreeze Fest torna anche quest’anno, potete seguirci sulla pagina Facebook Fantabreeze per tutte le info riguardanti il festival. Vi aspettiamo il 27 Marzo Ai Candelai per una serata di arte, musica, divertimento e il ricordo di un indimenticabile sorriso.

Anche quest’anno tutto il ricavato della serata verrà devoluto ad associazioni che si occupano di ricerca contro il cancro, oltre che per l’acquisto di materiale ospedaliero.

Vi aspettiamo con i vostri sorrisi più belli.

Gabriele Pedone

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...